logo
 
chisiamo   mission   pubblica con noi   acquisto   contatti      
  LIBRI
  RIVISTE
  E-BOOKS
  E-JOURNALS
  VIDEO
  TEST
  EVENTI
Firera & Liuzzo Group
  PSICOTERAPIA
   
  Jeremy W. Pettit, Thomas E. Joiner
  LA DEPRESSIONE CRONICA
  cause interpersonali e soluzioni terapeutiche
  € 28,00
 
   
 
ISBN: 978-88-6538-002-4 Pagine: 194 Formato: 17 x 24
   
  INDICE
 
1 Depressione cronica: prospettive sulla forma e sulle cause

2 La depressione: una piaga persistente e ricorrente

3 La generazione dello stress

4 La ricerca di feedback negativo

5 Eccessiva ricerca di rassicurazioni

6 L'evitamento del conflitto interpersonale

7 Self-Handicapping

8 Il ciclo della condanna

9 I fattori di vulnerabilità di base

10 La complessa interazione dei fattori

11 Applicazioni ad un disturbo collegato alla depressione: la bulimia

12 La valutazione clinica

13 Trattamento

14 La prevenzione: la potenzialità di salvare alcune vite
   
  PRESENTAZIONE
 
Questo testo è interamente dedicato alla trattazione della depressione cronica, malattia molto debilitante, costosa e spesso anche letale. Gli autori ipotizzano che a rendere cronica una depressione, attraverso episodi di ricadute o di ricorrenze, possano essere dei processi che vengono agiti sul palcoscenico relazionale e interpersonale. Questi processi interpersonali si auto-alimentano e contribuiscono così anche all'auto-perpetuazione della depressione stessa. Il testo inizia con una descrizione della depressione e con un'analisi della disputa sulla sua natura categoriale o dimensionale. I capitoli che vanno dal tre all'otto descrivono nel dettaglio un processo interpersonale alla volta: la generazione dello stress, la ricerca di feedback negativo, la ricerca eccessiva di rassicurazioni, l'evitamento del conflitto interpersonale, il self-handicapping e il ciclo della condanna. Un capitolo è dedicato esplecitamente alla trattazione della bulimia e gli autori mostrano come, in questa malattia molto affine alla depressione, abbiano un ruolo importante i processi interpersonali descritti fino a questo momento. Gli ultimi capitoli si occupano dell'assessment, con la descrizione di alcune interviste cliniche strutturate e di alcuni strumenti di self-report, e del trattamento, con una rassegna dei trattamenti empiricamente supportati che al momento sono disponibili per la depressione. Gli autori ipotizzano anche come poter eventualmente inserire l'intervento su questi processi interpersonali all'interno dei moduli di due terapie psicosociali validate e conosciute per la depressione, la IPT e la CBT. L'ultimo capitolo si occupa della prevenzione e in questa sede risulta ancora più evidente l'importanza di condurre ricerche per valutare se un lavoro sui processi interpersonali disadattivi potrebbe essere utile ai fini di prevenire non solo ricadute e ricorrenze, ma la depressione stessa.
   
  NOTE SULL'AUTORE
 
Jeremy W. Pettit, è un assistente professore di psicologia clinica presso l'Università di Houston. Ha conseguito il dottorato di ricerca in psicologia clinica presso la Florida State University di Tallahassee. Primario interesse del Dr. Pettit sono i centri di interesse sui fattori eziologici e mantenimento nei disturbi dello spettro della depressione.

  AREA LOGIN
   
User
Password
Dimenticato la password? Recupera
Non sei ancora iscritto? Registrati
 
 
  CARRELLO
Nessun articolo presente.
International
International Test
 
 
Knowledge Consortium
Vai Home Page Chi Siamo Mission Pubblica con noi Come Acquistare Contatti Firera & Liuzzo Group International Publishers Association International Test Commission